/ COMUNITA' ENERGETICHE RINNOVABILI

Vantaggi della CER per la collettività

/ Vantaggi Economici

Le comunità energetiche rinnovabili sono forme di organizzazione locale autonome in cui i membri si uniscono per generare, consumare e condividere energia rinnovabile. Queste comunità promuovono l'autosufficienza energetica, la partecipazione volontaria e attiva dei cittadini e la transizione verso un sistema energetico più sostenibile, caratterizzato dalla vicinanza degli impianti di produzione detenuti dalla comunità.


/ VANTAGGI SOCIALI

Vantaggi sociali

  • Creazione valore economico redistribuito tra i membri della comunità
  • Tutti possono aderire alla CER: Cittadini, PMI, Onlus
  • Strumento di contrasto alla povertà energetica
/ VANTAGGI ECONOMICI

Vantaggi economici

  • Nessun costo di adesione alla CER
  • Risparmio spesa energetica per il «CONSUMATORE e PRODUTTORE»
    • RESIDENZIALE
    • COMMERCIALE
    • INDUSTRIALE
  • Risparmio spesa energetica per il «CONSUMATORE»
    • RESIDENZIALE
    • COMMERCIALE
    • INDUSTRIALE
/ VANTAGGI AMBIENTALI

Vantaggi ambientali

  • Riduzione emissioni CO2
  • Indipendenza energetica
  • Valorizzazione degli impianti FER (Fonti Energia Rinnovabile) esistenti
 
BENEFICI SOCIALI:

legati ai servizi aggiuntivi che si possono creare per la comunità, alla riqualificazione del territorio e alla forte spinta verso nuovi investimenti da parte della comunità.

 
BENEFICI ECONOMICI:

dati dall’autoconsumo dell’energia prodotta, dalla restituzione di alcune componenti tariffarie e dalla remunerazione fornita dalla tariffa incentivante

 
BENEFICI AMBIENTALI:

legati alle minori emissioni inquinanti degli impianti di produzione di energia verde, all’autoconsumo dell’energia prodotta e alla riduzione delle perdite dovute al trasporto e alla distribuzione dell’energia.

/ VANTAGGI ECONOMICI

Il modello regolatorio virtuale valorizza il massimo sfruttamento delle risorse energetiche rinnovabili disponibiliLa normativa riconosce alla comunità energetica la restituzione di alcune componenti tariffarie legate alle perdite di rete e ai costi di trasporto per la parte di rete di distribuzione non utilizzata, più una tariffa incentivante  per l’energia condivisa. 

Immaginiamo di vivere in una comunità in cui le persone condividono energia elettrica proveniente da diverse fonti di produzione, come pannelli solari o turbine eoliche. Invece di dover implementare nuove soluzioni tecniche complesse o creare nuove reti e infrastrutture private, la comunità decide di utilizzare un sistema virtuale per gestire tutto in modo efficiente.Ogni membro della comunità continua a pagare l'energia elettrica consumata come faceva in precedenza, sulla base dei propri consumi registrati dai contatori individuali. Quindi, dal punto di vista del pagamento, non ci sono modifiche rispetto al sistema tradizionale. Tuttavia, essendo membri di questa comunità energetica, le persone hanno diritto a ricevere alcune componenti di rimborso. In altre parole, vengono premiate per la loro partecipazione attiva alla produzione e condivisione di energia.
La principale differenza rispetto a un sistema di autoconsumo tradizionale è che la comunità energetica permette l'installazione di potenze di produzione superiori al consumo individuale. Questo significa che la produzione di energia può superare il picco di consumo e non è limitata alla curva di consumo di ogni singolo membro. In pratica, si può bilanciare la produzione e il consumo totale nell'arco del tempo, senza preoccuparsi degli scostamenti temporali. In sostanza, l'implementazione di questo modello regolatorio virtuale consente alla comunità energetica di sfruttare al massimo le risorse energetiche disponibili, evitando costi aggiuntivi per nuove soluzioni tecniche o reti private.

leggi di più

I benefici economici legati alla comunità energetica sono legati principalmente all'autoconsumo individuale dell'energia prodotta dagli impianti presenti sulla copertura degli edifici o dei fabbricati. Quando un membro della comunità energetica produce energia attraverso i propri impianti, come pannelli solari o turbine eoliche, l'energia generata viene utilizzata direttamente per soddisfare il proprio consumo energetico all'interno della propria abitazione o edificio. Questa energia non viene immediatamente contabilizzata o misurata dalla rete elettrica esterna. Questo meccanismo di autoconsumo individuale permette di ottenere il massimo risparmio, in quanto l'energia prodotta in loco viene utilizzata direttamente senza passare attraverso il contatore della rete elettrica tradizionale. Di conseguenza, il membro della comunità energetica riduce la quantità di energia che deve acquistare dalla rete esterna, risparmiando sulle bollette energetiche. Il beneficio economico principale è che l'energia autoprodotta e autoconsumata non viene contabilizzata nel sistema di fatturazione tradizionale, che si basa sul consumo energetico misurato dalla rete. In pratica, il membro paga solo per la quantità di energia che deve ancora acquistare dalla rete dopo aver soddisfatto il proprio consumo attraverso l'autoconsumo individuale.

Questo meccanismo consente un risparmio significativo, in quanto l'energia autoprodotta è gratuita e non soggetta a costi di acquisto. I membri della comunità energetica possono quindi massimizzare il risparmio energetico utilizzando al massimo l'energia prodotta localmente e riducendo la dipendenza dalla rete esterna. Inoltre, l'autoconsumo individuale favorisce l'efficienza energetica complessiva della comunità, in quanto l'energia viene utilizzata in modo diretto e locale, evitando perdite di trasmissione e distribuzione che possono verificarsi nella rete tradizionale. Con Autoconsumo comunitario si intende il concetto di condividere l'energia prodotta all'interno di una comunità energetica, attraverso pannelli solari o turbine eoliche; questa energia viene utilizzata direttamente dai membri della comunità anziché essere immessa nella rete elettrica generaleLa quota di energia condivisa tra i membri della comunità energetica viene valorizzata attraverso la restituzione delle componenti tariffarie di trasmissione in bassa tensione (TRASE). Queste componenti tariffarie sono dei costi associati alla trasmissione dell'energia elettrica attraverso la rete elettrica, e possono rappresentare una parte significativa della bolletta energetica.Il valore di questa componente tariffaria, ovvero il costo associato alla trasmissione dell'energia in bassa tensione, può variare nel tempo, ma di solito si aggira intorno a 8-9€ per ogni megawattora (MWh) di energia consumata.In sostanza, l'autoconsumo comunitario consente ai membri di una comunità energetica di condividere l'energia prodotta localmente e di usufruire di benefici economici tramite la riduzione delle componenti tariffarie di trasmissione in bassa tensione sulla bolletta energetica.

/ RISPARMIO

I BENEFICI ECONOMICI SPIEGATI BENE

Quando immettiamo energia FER (da fonti rinnovabili) nella rete elettrica, riceviamo una compensazione economica. 
Questa remunerazione può avvenire in due modi: in base al prezzo zonale orario stabilito dal mercato energetico o attraverso il ritiro dedicato del GSE alle tariffe convenzionali.

COME FUNZIONA IL PAGAMENTO DELLA BOLLETTA, SE ADERISCO ALLA CER?

Quali sono i concetti-chiave da comprendere, per valutare se aderire ad una CER?

/ TARIFFA PREMIO

+ Incentivazione dell’energia elettrica condivisa

Per incentivare più persone a produrre energia elettrica condivisa, generata da fonti rinnovabili, il Ministero dell’ Ambiente e Sicurezza Energetica (MASE) offre una sorta di premio a coloro che partecipano e investono in questa modalità di produzione energetica. Questo premio è chiamato "tariffa premio", con il quale si intende una somma di denaro che viene data a chi produce energia elettrica condivisa. In questo caso specifico, il MASE, sta ancora decidendo i dettagli di questa tariffa premio. Hanno stabilito che al Sud Italia, ogni megawattora (MWh) di energia condivisa prodotta varrà 110 euro. Nel Centro Italia, il valore sarà di 114 euro, e nel Nord Italia sarà di 120 euro. Queste differenze di remunerazione sono inversamente proporzionali alla quantità di ore di irraggiamento previste nella giornata; ossia là dove è prevista maggiore presenza di sole, verosimilmente al Sud, la tariffa premio sarà inferiore

/ REMUNERAZIONE ENERGIA

+ Remunerazione dell'energia immessa in rete

L'energia immessa in rete può essere di due tipi: energia condivisa (che abbiamo prodotto insieme ad altre persone) o energia ceduta (che abbiamo venduto a qualcun altro). Per quanto riguarda la remunerazione, ci sono due opzioni: 1.Prezzo zonale orario definito dal mercato energetico: Esiste un mercato energetico in cui il prezzo dell'energia viene stabilito in base a vari fattori, come l'offerta e la domanda. L'energia che immettiamo in rete può essere remunerata in base a questo prezzo orario. Quindi, se il prezzo dell'energia è alto in un determinato momento, riceveremo una maggiore remunerazione per ogni unità di energia immessa. 2.Ritiro dedicato del GSE alle tariffe convenzionali: Il GSE (Gestore dei Servizi Energetici) è un'organizzazione che si occupa di gestire il sistema elettrico italiano. Offre un servizio chiamato "ritiro dedicato", in cui acquista l'energia immessa in rete a delle tariffe convenzionali, che sono dei prezzi predefiniti e stabiliti in anticipo. In questo caso, si riceve una remunerazione in base a queste tariffe stabilite.

/ VANTAGGI FISCALI

+ Detrazione fiscale

premio è cumulabile con la detrazione fiscale al 50% per la realizzazione di nuovi impianti fotovoltaici, fino ad un massimo di 96.000.

/ PNRR

+ Finanziamento PNRR

per gli interventi di installazione di impianti fotovoltaici in comuni al di sotto dei 5.000 abitanti, si prevede la possibilità di accedere a specifici fondi del PNRR che finanziano quota parte dei costi sostenuti.

  • Fino al 40% dell’investimento per chi crea una Comunità Energetica
  • Potenza agevolabile almeno pari a 2 GW fino al 30 giugno 2026
  • Cumulabile con incentivo in tariffa
/ SVILUPPI FUTURI

Sviluppi in prospettiva della CER

La CER può beneficiare di margini operativi per l’erogazione di nuovi servizi, incrementando i benefici economici dei suoi membri. Ad esempio, potrebbe estendere il progetto con torrette di ricarica o sistemi di accumulo per massimizzare la quota di energia condivisa sfruttabile, interventi di efficientamento energetico, implementazione di sistemi di domotica, vendita di servizi ancillari e di flessibilità, attivazione di gruppi di acquisto, realizzazione di ulteriori impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili.



/ VANTAGGI ECONOMICI

Efficientamento energetico

GW CER predispone, per conto della Comunità Energetica, audit energetici personalizzati, studi di fattibilità e proposte in FTT, per l’efficientamento energetico degli edifici di proprietà dei membri della CER. Possibilità per i membri consumatori di diventare prosumer ottenendo i relativi benefici.

/ VANTAGGI ECONOMICI

Nuovi impianti FER

GW CER predispone per conto della Comunità Energetica, studi di fattibilità e proposte in FTT, per la realizzazione di nuovi impianti FER, sistemi di accumulo e impianti con tecnologie innovative (H2). Possibilità per i consumatori di diventare prosumer.

/ VANTAGGI ECONOMICI

Vendita al dettaglio di energia

GW CER condurrà per conto della Comunità Energetica, ricerche di mercato e gare per identificare le migliori proposte a beneficio dei membri della CER. Gruppi di acquisto di energia.

/ VANTAGGI ECONOMICI

Colonnine di ricarica

GW CER predispone per conto della CER, studi di fattibilità e proposte in FTT, per la realizzazione di colonnine di ricarica a servizio dei membri della CER. Le colonnine saranno connesse alla CER con conseguenti benefici per l’autoconsumo (time shifting)

/ VANTAGGI ECONOMICI

Servizi di domotica

GW CER svilupperà per conto della Comunità Energetica, apposite campagne di promozione di servizi innovativi di domotica, integrati nella piattaforma CER implementata. Proposta di partnership con produttori di sistemi.

/ VANTAGGI ECONOMICI

Gruppi di acquisto

GW CER gestirà per conto della Comunità Energetica, gruppi di acquisto formati dagli aderenti interessati all'acquisto di prodotti o servizi da un unico fornitore a prezzi competitivi.

/ VANTAGGI ECONOMICI

Servizi ancillari e di flessibilità

GW CER gestirà per conto della Comunità Energetica, i servizi energetici necessari per mantenere l'equilibrio tra l'offerta e la domanda di energia elettrica sulla rete.

Hai bisogno di altre informazioni?


CONTATTACI​